Abbonati gratuitamente a L’Opinabile

Social o son desto?

Storie senza storie. La deriva del narrare attraverso i social

Di Marco Meloni

Prima esisteva solo Snapchat. Poi sono arrivati Instagram, Facebook e WhatsApp con le loro storie. Possiamo dire a tutto il mondo, sempre, cosa facciamo ma siamo sicuri di avere abbastanza contenuti da raccontare? E se fossero, alla fine, solo delle storie senza storia?

Tutto nasce da un post di Francesco Tierresse, professione fonico. “6000 ragazzetti paganti al Palapartenope per Luchè ti fanno addirittura rimpiangere gli anni del Pulcino Pio. E sembra che purtroppo sarà sempre peggio”.